Gen 20, 2016 - Genitorialità    No Comments

Il “giocattolo” rotto

images (53)Vi sarà capitato di portare ad aggiustare un elettrodomestico, un giocattolo … la macchina…coche11 Qualunque cosa abbiate portato, la scena che si svolge è più o meno questa: “Buon giorno, guardi l’elettrodomestico, il giocattolo, la macchina … non funziona bene, emette uno strano rumore … secondo me ha qualche cosa … guardi gliela porto, così lei la controlla e le da una sistematina”…

download (9)Buon giorno Dottoressa, siamo il/la Signora/e, avremmo proprio bisogno di parlarle, sa, si tratta di nostro figlio/a, a scuola è irrequieto/a, il suo rendimento è calato, gli insegnanti ci hanno convocato per chiederci se in famiglia ci fossero dei problemi! Io non so proprio che fare, glielo dico sempre studia, leggi, fai sport! Ma lui/lei, niente, non mi ascolta! Secondo me ha qualche cosa che non va. Cosa dice, glielo/la porto così lei lo/la guarda e vede cosa c’è da fare!”

È un’amara sorpresa, per molti genitori, scoprire che il proprio figlio attraversa una fase di difficoltà,download (10) ma portarlo dallo Psicologo con la speranza che questi sia in grado di “aggiustarlo” equivale ad un rifiuto ed è anche un modo per sottrarsi alla responsabilità.

Lo psicologo non è un meccanico che riparaun guasto, sono gli adulti i veri esperti della situazione! Lo psicologo è competente di psicologia non certo della storia di ogni persona! I genitori, sono i veri i conoscitori del contesto nel quale si sviluppano le difficoltà, e sono quindi loro, che devono essere considerati la fonte dalla quale lo psicologo può cercare di muoversi, il lavoro è in équipe, psicologo genitori e figli, lavorano in sinergia, sebbene con ruoli diversi.

images (5)La presa d’atto delle difficoltà è il punto di partenza per aiutare genitori e figli a mettersi in discussione, riconoscere quello che probabilmente “non funziona” e fargli intuire ciò che potenzialmente potrebbe migliorare se adeguatamente supportati.

A ogni figlio/a serve un genitore presente che sappia “stare nel gioco”, in altre parole, il genitore dovrebbe essere disponibile a giocare la partita con il figlio/a e per il figlio/a.

Certo, un approccio così può essere molto faticoso per i genitori, perché richiede attenzione, energia e capacità di mettersi in discussione è una sfida che coinvolge i genitori ogni giorno, ma aiuta ad affrontare tutti gli aspetti della vita di un ragazzo/a. In questo modo, si attua un circolo virtuoso in cui, ogni piccolo passo,  diventa significativo e promuove abilità e competenze.

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

 

Gen 18, 2016 - Frasi e Aforismi    No Comments

Genio

images (52)

Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di images (50)arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la vita a credersi stupido.

                                                                                             A.Einstein

12093268_1523762901275347_1153841843_n

 

 

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

 

 

 

 

 

Gen 15, 2016 - Frasi e Aforismi    No Comments

If…

images (26)

 

 

 

 

Se… (Lettera al figlio)

(di Rudyard Kipling)

 Se saprai mantenere la testa quando tutti intorno a te
la perdono, e te ne fanno colpa.
Se saprai avere fiducia in te stesso quando tutti ne dubitano,
tenendo però considerazione anche del loro dubbio.
Se saprai aspettare senza stancarti di aspettare,
O essendo calunniato, non rispondere con calunnia,
O essendo odiato, non dare spazio all’odio,
Senza tuttavia sembrare troppo buono, né parlare troppo saggio;

Se saprai sognare, senza fare del sogno il tuo padrone;
Se saprai pensare, senza fare del pensiero il tuo scopo,
Se saprai confrontarti con Trionfo e Rovina
E trattare allo stesso modo questi due impostori.
Se riuscirai a sopportare di sentire le verità che hai detto
Distorte dai furfanti per abbindolare gli sciocchi,
O a guardare le cose per le quali hai dato la vita, distrutte,
E piegarti a ricostruirle con i tuoi logori arnesi.

Se saprai fare un solo mucchio di tutte le tue fortune
E rischiarlo in un unico lancio a testa e croce,
E perdere, e ricominciare di nuovo dal principio
senza mai far parola della tua perdita.
Se saprai serrare il tuo cuore, tendini e nervi
nel servire il tuo scopo quando sono da tempo sfiniti,
E a tenere duro quando in te non c’è più nulla
Se non la Volontà che dice loro: “Tenete duro!”

Se saprai parlare alle folle senza perdere la tua virtù,
O passeggiare con i Re, rimanendo te stesso,
Se né i nemici né gli amici più cari potranno ferirti,
Se per te ogni persona conterà, ma nessuno troppo.
Se saprai riempire ogni inesorabile minuto
Dando valore ad ognuno dei sessanta secondi,
Tua sarà la Terra e tutto ciò che è in essa,
E — quel che più conta — sarai un Uomo, figlio mio!

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

Gen 9, 2016 - Genitorialità    No Comments

Maltrattamento psicologico…il danno in-visibile

teatroPer tutti vostra madre è eccezionale o vostro padre straordinario, ma una volta chiusa la porta di casa, cala il sipario, solo tu sai cosa significa sopportare la freddezza per giorni, magari dovuta a una banale sciocchezza o tollerare ilpeso delle pretese”

La provocazione, l’offesa, la denigrazione, l’umiliazione, la svalutazione, la menzogna, l’ossessione, l’assenza di un adeguato sostegno economico, il ricatto, la coercizione, il silenzio, la manipolazione, il tradimento della fiducia, la noncuranza, la trascuratezza fisica e affettiva, sono solo alcune delle forme in cui si manifesta la violenza psicologica.

É la forma più diffusa di violenza di un adulto verso un bambino…la complicazione è causata dal fattoimages (1)mmm che è commesso dalla persona, che amiamo, e dalla quale non ci aspetteremmo una simile condotta, così, quando ce ne rendiamo conto, è perché siamo già stati ingannati…

images (44)Inizia con un’osservazione casuale su una questione banale, come il compito colorato male o un voto non soddisfacente, la cameretta in disordine, un commento sulla prestazione sportiva…

Ovviamente, “l’accusato” tenterà di esporre le sue ragioni ma, questo non l’aiuterà, perché l’accusatore, non ha la pretesa di capire o risolvere il problema, queste sono solo delle scuse per iniziare il gioco della manipolazione e dare libero sfogo alla rabbia, e, piuttosto che limitarsi a segnalare un fatto, farà in modo da isolare la situazione e procedere ancora con accuse.

Chi è cresciuto con questo “metodo educativo“, spesso, si trova in una posizione scomoda e images (45)raramente insiste affinché i genitori cerchino aiuto.. Questa tipologia di genitore ama tanto mettere le persone su un piedistallo, quasi quanto ama buttarle giù, è un modo per evitare la preoccupazione di essere delusi o feriti così come designare un capro espiatorio, mette il genitore nelle condizioni di non aspettarsi troppo e di non preoccuparsi di un’eventuale delusione. Non tutti hanno una personalità sfrontata a qualcuno piace attirare l’attenzione facendo la vittima ma, cercando comunque, di manipolare le azioni degli altri, minacciando di farsi del male, se le cose non vanno come vorrebbero.

pinocchio burattino (1)Alcuni credono che il solo modo per andare avanti nella vita sia “assecondare” i propri genitori. La loro autostima deriva da quanto “producono”, dalla loro performance e dal risultato ottenuto… hanno imparato che il loro successo è l’unica cosa che può definirli… l’unico modo per essere amati!

Cosa fare? Prendetevi del tempo per riconoscere le esigenze emotive che non sono state prese in considerazione e che ancora non vengono soddisfatte dalle figure genitoriali. Alcune persone non comprendono appieno la natura dei loro genitori finché non sono loro stessi a rivolgersi ad uno specialista. E’ molto più semplice dare la colpa a se stessi, pensare di non amare abbastanza, di non “essere” abbastanza: chi è vittima, sviluppa spesso difese per non vedere una realtà che sente troppo dolorosa. Ma questa negazione produce uno stato di ansia, che può sfociare in irritabilità, o all’opposto inattività, convincendo ancora di più il contesto sociale che la vittima sia la persona “fuori di testa” e il maltrattatore l’individuo “normale”.

Le persone tartassate da queste forme di abuso si sentono inadeguate, non hanno autostima, accettano continue umiliazioni, possono arrivare ad avere una visione distorta della realtà, dubitano di sé, pensano di doversi rassegnare per non mettere in pericolo la stabilità della famiglia.

Prendete in considerazione l’idea di diminuire i contatti con i genitori manipolatori, soprattutto se il genitore crede di non avere nulla di cui scusarsi, imparate a riconoscere quanto più potete, i messaggi disfunzionali che vi hanno accompagnato durante la crescita ed iniziate a lavorare per 12338779-Personajes-de-dibujos-animados-L-piz-y-borrador-Foto-de-archivo cancellarli.

 

 

 

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

Dic 25, 2015 - Frasi e Aforismi    No Comments

Buone feste!

Buone Feste

gif_animate_babbo_natale_11Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo

(Gandhi)

 

 

 

 

Buone feste!

 

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

call

Dr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

 

 

 

Dic 16, 2015 - coppia    No Comments

La “persona sbagliata”

83492_Calimero_C_eSt_TrOp_InJuStEUna delle ragioni per le quali ci si innamora della “persona sbagliata” è causata dal fatto che spesso, creiamo l’immagine della persona come vorremmo che fosse e non, come realmente è, in altre parole, amiamo qualcuno in base a ciò che pensiamo, in un dato momento e sulla base di questo, creiamo un insieme di aspettative.

Capita, più spesso di quanto vorremo, che le nostre interpretazioni siano fuori strada: ci innamoriamo della persona che “pensavamo che fosse,”ma non ci preoccupiamo di capire se quella persona realmente esiste o è solo frutto delle nostre creazioni, dei nostri desideri…images (41)

La stessa filosofia viene applicata, quando la relazione finisce, cominciamo con Ricordil’interpretazione dei ricordi, modificandoli, nel momento stesso in cui riaffiorano, e idealizzandoli. Non interagiamo direttamente con “la persona” interagiamo con l’interpretazione che ne abbiamo dato e le nostre interpretazioni sono molto malleabili: le ripeschiamo, apportiamo modifiche, le miglioriamo…images (42)

Ciò, ci porta a dare valore alla mancanza che sentiamo, quando il rapporto termina. Ma quello che ci manca non è la persona, ma il modo in cui ci sentivamo, ci manca cioè, la persona che abbiamo costruito, l’idea che ci eravemo fatti.

Ci piace concentrarci sul modo in cui qualcuno ci ha fatto sentire piuttosto che sul modo in cui ha agito e ci ha trattato. In questo modo, ci orientiamo sulle emozioni piacevoli e permettiamo loro di offuscare tutta la nostra memoria. Quando ricordiamo le esperienze che abbiamo fatto , i sentimenti che abbiamo provato, i ricordi che abbiamo creato … non stiamo pensando tanto alla persona con cui stavamo, ma piuttosto alla persona che eravamo e a come ci sentivamo, quando stavamo con lui/lei.

Fa parte della nostra natura, e la nostra natura, è molto egocentrica, ma non per questo, dobbiamo biasimarci, piuttosto, cerchiamo di abbracciarla, comprenderla e magari controllarla un pò meglio.

Quello che realmente manca, è avere qualcuno, ed è comprensibile, a nessuno piace stare solo, se images (3)non di tanto in tanto… la solitudine dà spazio alla nostra immaginazione e ci fa soffermare su un’interpretazione dei ricordi e non sulla realtà. Peccato però, che in questo modo, ci focalizziamo e ci sfianchiamo emotivamente per persone che non meritano la nostra attenzione e ci impediamo di guardare avanti…

Quindi se ci sembra di sentire la mancanza di qualcuno quando ci sentiamo tristi, o soli o quando gli altri escono in coppia…o perché non possiamo festeggiare S. Valentino, non lasciamoci ingannare, cercare nel proprio passato alla ricerca di qualcuno a cui appoggiarsi impedisce di guardare al futuro…

Se manca qualcuno che costantemente ci ha fatto o trattato male, allora, è necessario fare un passo indietro, prendersi del tempo per cercare di riprendere serenamente contatto con la realtà.foglie-autunno-animate

 

images (40)La via per uscire passa dalla porta. Chissà perché nessuno la prende mai.

(Confucio)

 

 

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

Dic 15, 2015 - generale    No Comments

E’ un periodaccio?

è facile scoraggiarsi quando le cose vanno male, è un periodaccio…

 

 

Ogni anno in Italia vengono dati 4 miliardi di consigli inutili

metti da parte il pregiudizio,

quando serve, chiama lo psicologo!

 

 

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

 

Nov 9, 2015 - nonni    No Comments

La relazioni nonni-nipoti (D.Lgs. 28.12.2013 n. 154, art. 317 bis)

 

La reldownload (8)azione nonni-nipoti trasmette  senso di appartenenza, al gruppo famiglia, all’interno del quale, lo scambio di aiuto e appoggio è reciproco, e dipende dalle necessità.

Di sicuro interesse, per i nonni e non solo, è l’intervento riformistico attuato, D. Lgs. 28.12.2013 n. 154, art. 317 bis, entrato in vigore 7 febbraio, 2014.  La maggiore frequenza con cui si dividono oggi le famiglie, si accompagna, ad un proporzionale aumento dei nuclei ricostruiti, di cui, diventa parte anche la prole.

Da Questa situazione possono scaturire numerosi problemi, data la principale caratteristica di nuclearità della famiglia, che comporta la cristallizzazione delle relazioni nei più contenuti contesti familiari (padre, madre, figli), con la conseguente esclusione dal quotidiano dei nonni. Tale riforma, ha introdotto un nuovo ruolo dei nonni, più impegnato e partecipe, prevede la legittimazione a far valere il diritto di mantenere rapporti con i nipoti minori.nonni

 

 

 

 

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Questo Blog ha come fine quello di favorire la riflessione su temi di natura psicologica. Le informazioni fornite hanno carattere generale e non sono da intendersi come sostitutive di regolare consulenza professionale. Le mail saranno protette dal più stretto riserbo e non verranno pubblicate.

 

 

 

Ott 31, 2015 - Frasi e Aforismi    No Comments

Happy Halloween!

 

 I bambini non devono renderci felici,

devono essere felici!

happy-halloween6-source_sro

 

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Ott 31, 2015 - Frasi e Aforismi    No Comments

Sfuggire all’ anima…

 

«Si fa di tutto, anche le cose più strane, pur di sfuggire alla propria anima.

Si compiono esercizi di Yoga 5-tib-5indiano di qualsiasi osservanza,

si seguono regimi alimentari, download

si impara a memoria la teosofia,

si ripetono testi mistici della letteratura mondiale,

6tutto,

perché non si sa affrontare sé stessi, e perché a gente simile manca ogni fiducia che, dalla loro anima, possa scaturirne qualcosa di utile.

images (1)C.G.Jung

Se si desiderano maggiori informazioni, suggerire argomenti da trattare, o una consulenza mirata:

callDr.ssa Carla Piras

3248497238

cpstudio3@virgilio.it

Pagine:«1234567»